Ho un video tra le pagine.

18 09 2009

Dedico questo post ad una “nuova” forma di pubblicità (se ne parla da anni), il formato video tra i fogli di carta. Immaginate di avere un piccolo schermo all’interno della vostra rivista preferita. Uno schermo dotato di una piccola batteria, sul quale appaiono video e messaggi pubblicitari. E siamo appena agli inizi.

Il magazine americano Entertainment Weekly ha inserito tra le pagine della sua ultima edizione un foglio elettronico che riproduce video ed audio. Così i lettori potranno usufruire di una nuova forma di advertising insolita, almeno per quanto riguarda il mezzo che si ha tra le mani.

A proposito, ripropongo quanto scritto sul Corriere.it da Alessandra Caroni (potete leggere l’intero articolo a questo link)

…I lettori che in questi giorni hanno sfogliato il magazine americano hanno avuto infatti un’insolita sorpresa trovandosi di fronte a quattro pagine di inserto cartonato, nel quale è stato incorporato un piccolo display a cristalli liquidi, di 2,7 millimetri di spessore e grande più o meno quanto quello di un telefonino, su cui scorrono le immagini dei video degli annunci pubblicitari. “Un sistema straordinario per rinfrescare il modo in cui interagiamo con i consumatori”, ha detto Frank Cooper, responsabile marketing di Pepsi-Cola, che assieme al network televisivo CBS è la prima azienda a sfruttare il nuovo formato.

LA TECNOLOGIA – Come spiega BBC (http://news.bbc.co.uk/2/hi/technology/8255729.stm), i file riprodotti sul display sono contenuti in un microchip nascosto tra le pagine di cartone: la sua capienza massima equivale a 40 minuti di video. Inoltre, grazie a due piccoli altoparlanti – incorporati nell’inserto multimediale – il lettore può ascoltare l’annuncio pubblicitario. Il video si avvia automaticamente nel momento in cui viene voltata la pagina hi-tech, che è alimentata da una batteria ricaricabile via Usb e dura mediamente 70 minuti. La tecnologia è stata sviluppata dall’azienda californiana Americhip, la quale ha spiegato che il costo di una rivista dotata di tale tecnologia si aggira attorno ai 30 dollari. Nessuna dichiarazione invece da parte dei due inserzionisti sulla somma da loro dedicata a questa iniziativa commerciale.

Crossmedialità? Intermedialità? Un po’ entrambe le cose.. Da qui a pochi anni le sorprese saranno molte.

Ps: articolo in inglese con altre info QUI.


Actions

Information

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




%d bloggers like this: