Come cresce un Bonsai Ninja

19 09 2009

Ieri ho incontrato un Bonsai Ninja. O meglio, ho assistito ad un incontro con Cillo, uno dei fondatori dello studio creativo Bonsai Ninja, con sede a Milano.

I BN nascono appena 4 anni fa come studio di animazione digitale. Si occupano della realizzazione di video, cortometraggi, spot, trailer, a metà tra l’advertising ed il videoclip. Tra i loro clienti raccolgono già società e imprese del calibro di Sky Italia, Mediaset, Microsoft… ed è meglio se mi fermo qua. Nonostante la giovane età (dello studio in sé e dei suoi componenti), i Bonsai Ninja sono riusciti già a raggiungere importanti soddisfazioni. In ultimo la vittoria dell’edizione 2009 del premio Team Entry Video Master Award, concorso organizzato da CGSociety, la più importante community di grafici digitali a livello mondiale. A portarli sul gradino più alto è stato Emet, trailer di un ipotetico film dedicato alla leggenda dei Golem, antichi giganti di sabbia protettori del popolo ebraico (guardalo qui).

I Bonsay Ninja sono famosi anche per aver curato interessanti videoclip musicali: tra gli altri, Picciotti della benavita, del progetto Anti-Anti ft Caparezza, e Abiura di me, del solo Caparezza. Quest’ultimo video è stato interamente realizzato in greenscreen, con un intenso lavoro di produzione in 3D. E i risultati sono davvero notevoli!

Dunque, sorge spontanea una domanda:

qual è il successo dei Bonsai Ninja?

Cillo non ha dubbi, e lo indica con poche parole: lavoro, lavoro, lavoro. Ma soprattutto un’accurata progettazione. Perché, ripete con convinzione, “l’importante non è solo avere una buona idea ma sapersi organizzare e portare avanti un progetto”.

Bingo. Creatività e una corretta gestione, insomma, possono portare al successo. Fantasia e ordine, idee e organizzazione. Il progetto va steso per intero già prima di iniziare. La parola magica è “pianificare” prima di tutto.

Ecco descritti alcuni dei cardini del pensiero dei Bonsai Ninja, elencati da uno dei suoi fondatori. Che ha concluso il suo intervento con queste significative parole:

“Quando realizzate un progetto, pensate bene a cosa volete fare, a cosa volete comunicare.

E a cosa volete non fare e non comunicare, che è ancora più importante.

E ottimizzate, ottimizzate sempre. Perché oggi tutti sanno fare un po’ di tutto, sono la qualità e la cura dei particolari a fare la differenza.

E prima di schiacciare REC sulla camera, contate fino a cinque.”

Parola di Bonsai Ninja.


Actions

Information

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




%d bloggers like this: